Sveliamo i misteri della pala del fondo Parrocchia Grignasco

 


🎯1° Obiettivo del fondo Parrocchia di Grignasco è la terminazione del restauro della pala Angeli che Adorano il SS.mo Sacramento🌟, conservata nella chiesa parrocchiale M.V. Assunta, 🎯per un totale 8.540 €.

🔍Scopriamo l'importanza di questa pala per la storia dell'arte Valsesiana e piemontese, e quanti misteri ha ancora da svelare grazie al restauro.💫

🔬Un primo intervento di restauro per il consolidamento è già stato messo in opera, a causa delle cattive condizioni della tela  e del telaio, e sono stati avviati studi a livello nazionale ed internazionale, ma c'è ancora molto da scoprire...💫🔍

Aiutaci a scoprire un tassello importante della storia dell'arte seicentesca, arricchendo il nostro territorio di nuove scoperte!💪🌈

Storia del dipinto

 Il dipinto è stato ritrovato nell'Oratorio di San Graziano di Gringasco ma provinene dagli arredi della vecchia chiesa parrocchiale dedicata a Santa Maria delle Grazie come si evince dagli inventari settecenteschi.

La pala è stata probabilmente commissinata dalla Confraternita del Ss. Sacramento che intorno alla metà del XVII secolo aveva contribuito a finaziare la ristrutturazione della chiesa parrocchiale e, per questo, si era riservato il coro come sede della propria confraternita.

Lo stile è ascrivibile alla bottega del pittore valsesiano Pier Francesco Gianoli (Campertogno 1624-Varallo 1690), considerato il pittore più importante in Valsesia nella seconda metà del XVII secolo.

La datazione si ritiene compresa fra il 1654 (ristrutturazione chiesa parrocchiale) e il 1690 (data di morte del pittore Gianoli), ma si potrebbe individuare un range più stretto, intorno gli anni '80 del Seicento quando i pittore eseguì 3 pale d'altare a Grignasco, 1 per la Chiesa di San Rocco (1682) e una per la chiesa di Bovagliano (1685-85)

La collegiata di San Gaudenzio di Varallo conserva un dipinto similare, per sogetto e dimensioni, che Gianoli aveva donato alla locale confraternita del SS.mo Sacramento, di cui era membro.

Il modello della pala di Grignasco e di Varallo hanno come modello uno prezioso stendardo processionale conservato a Campertogno e ritenuto, dagli studiosi, oepra dei Gianoli, sia per la strutturazione del soggetto dipinto (attribuibile allo stesso Pier Francesco) per la manifattura di origine milanese, territorio dove operavano il padre e i fratelli e lui stesso si era formato.

Testo P. Sitzia 


                                        Fondo Parrocchia Grignasco


Tutte le donazioni tracciabili a FVO godono dei benefici fiscali previsti dalla legge vigente per aziende e privati #1motivoin+ 👀❤👐🌈

Commenti